Azienda

L'acetaia

L'acetaia dell'azienda è stata notevolmente ampliata negli ultimi anni. Attualmente sono presente un centinaio di botticelle di legno, dove l'aceto invecchia seguendo il lento scorrere del tempo. 

Il mosto delle uve raccolte in azienda viene illimpidito a freddo e avviato alla cottura in apposite caldaie provviste di agitatore. Questa operazione dura circa 30 ore e riduce il volume del mosto ad un terzo. Il mosto cotto così prodotto può essere destinato all'acetaia aziendale oppure venduto agli appassionati che intendono prodursi l'aceto nella propria.

La produzione dell'aceto balsamico prevede la fermentazione alcolica del mosto cotto ed il successivo travaso in botti di capacità sempre inferiore riempite per 2/3 per favorire l'acetificazione.

Il processo di invecchiamento dell'aceto avviene in botti di varie essenze (rovere, ciliegio, gelso, castagno, ginepro) per affinarne il gusto ed il profumo, oltre a ridurne il volume addensandolo e concentrandolo. 
Ci occorrono almeno 12 anni per ottenere Aceto Balsamico Tradizionale si spiega così tutto il valore di questo prodotto. Dopo l'ottenimento del prodotto, l'imbottigliamento viene eseguito presso il Consorzio dell'Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia che ne controlla la qualità tramite analisi e degustazione di esperti.

 

< Indietro